.
Annunci online

 
AreaVerdeDiLargoPreneste 
Sicurezza&SpaziVerdi
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca

ARTICOLO 1: COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE – SEDE a) Su iniziativa di un gruppo di Cittadini; Genitori; Negozianti di vicinato; Persone Anziane e con attività motorie limitate ed altra tipologia di Cittadino, viene costituito un Comitato Spontaneo di Quartiere:”AREA VERDE DI LARGO PRENESTE”.(supportato da un migliaio di Cittadini firmatari di lettere intestate). b) Il Comitato Spontaneo di Quartiere denominato “AREA VERDE DI LARGO PRENESTE”, ed in alcuni casi utilizzando l’abbreviativo di “C.A.V.D.L.P.”, ha sede in Roma,provvisoriamente nello stabile ad uso privato del Referente Principale del Comitato, a Roma, in largo Preneste n. 46,cell.3290989465, E-mail: area-verde-di-largo-preneste@hotmail.it ART. 2 SCOPO – MOTIVAZIONE Il Comitato riunisce in esso tutte le persone fisiche (MEMBRI) che hanno il comune interesse sia per la riqualificazione delle Aree Verdi presenti a largo Preneste (Giardino Pubblico) e zone limitrofe; sia per la Sicurezza del nostro quartiere, motivandosi eticamente per il prossimo senza scopo di lucro. ART. 3 FINALITÀ DEL COMITATO 3.1 Le finalità del Comitato de “AREA VERDE DI LARGO PRENESTE” sono: a) L’importante esigenza di richiedere “l’istallazione di un gruppo giochi per bambini“ dai 3 a 9 anni, vigilando lo stesso per una più lunga integrità, agevolando sistematicamente l’inizio di riqualificazione dell’area stessa e adiacenti,visto il continuo Degrado e conseguenti Smantellamenti di attrezzature e spazi riservati al tempo libero del Cittadino e dove possano giocare sicuri i Bambini. b) Riqualificare le aree verdi di largo Preneste, controllando e tutelando le risorse Ambientali e Monumentali; le Attrezzature Ludiche presenti e che verranno in seguito installate. c) Segnalare la continua diminuzione della SICUREZZA e di TRANQUILLITA’ collettiva in queste aree verdi trasformate in”PORTOFRANCO”, fenomeno particolarmente visibile nell’area verde di largo Preneste e nel terreno privato di via Teano n., per la presenza di”Personaggi”poco raccomandabili, le quali stazionando in questi spazi ed aree fanno giornalmente abuso di Alcool e altre Sostanze che alterano la loro lucidità, causando un FENOMENO di DISAGIO collettivo. Il Comitato non condanna questi individui, ma tanto meno può giustificare il Fenomeno, accentuato dall’accensione di falò usando materie plastiche e inquinanti (tossiche e pericolose per la salute Pubblica); spargimento di rifiuti organici & solidi in tutta l’area e non solo; toilette a cielo aperto e senza riparo laterale; molestie verbali; costituzioni di BARACCOPOLI e non solo; ecc.ecc., allontanando i Cittadini e BAMBINI dalle STESSE. Un ALLONTANAMENTO INGIUSTO ed IMMERITATO del Cittadino. Allontanamento che di conseguenza crea DANNO ad un normale e morale svolgimento della vita quotidiana; ad un buono sviluppo di crescita intellettiva dei nostri Figli,i quali hanno tutti i giorni sotto il loro sguardo immagini diseducative e di pessimo gusto;all’economia dei Negozianti, che vedendosi l’impossibilità del cittadino di frequentare l’aree verdi e le stradi adiacenti, subiscono un allontanamento della clientela dai loro esercizi commerciali con accesso sulla piazza dove è situata l’area verde di largo Preneste e nelle strade limitrofe al terreno privato di via Maddaloni-via Teano; alle persone Anziane e non solo, le quali non avendo tranquillità e sicurezza, preferiscono evitare tali spazi optando il restarne lontani e addirittura nelle loro abitazioni(per le persone con problemi motori più o meno gravi);ai Ragazzi & Ragazze che si vogliono dare un appuntamento per momenti di svago; ai Cittadini comuni che, avendo a disposizione del tempo libero, vogliano leggersi un giornale o scambiare quattro chiacchiere con un conoscente su una panchina o semplicemente godersi qualche raggio di sole; ecc.. d) Aiutare e collaborare, con le Amministrazioni e Istituzioni, nell’agevolare una buona risoluzione delle problematiche sopra esposte e la concessione delle richieste effettuate. 3.2 Il Comitato non ha finalità di lucro ed è apartitica, svolgendo un percorso d’altruismo e utilità sociale. ART. 4 ORGANI E MEMBRI DEL COMITATO – PATRIMONIO. 4.1 Possono venire a far parte del Comitato i Cittadini del Municipio Roma06, e non solo, purché ne condividono lo Scopo; Motivazioni e Finalità previsti dall’art. 2 e art. 3 del presente statuto e dopo un’approvazione del Presidente e Vice Presidente. 4.2 Membri del Comitato I Membri del Comitato si distinguono: A) Membri Fondatori: sono i fondatori del Comitato, che hanno realizzato con il loro entusiasmo e passione, con sostegno morale e materiale la costituzione del Comitato A.V.D.L.P.; B) Membri Ordinari: sono tutti coloro che hanno aderito in un seguito alla costituzione del Comitato; C) Membri Onorari: sono tutti coloro o enti che hanno contribuito alla realizzazione degli art. 2 e art. 3. 4.3 Organi del Comitato Organi del Comitato sono: A)il Presidente; B) il Vice Presidente; C) il Segretario; D) il Tesoriere; E) Assemblea Generale del Comitato “AREA VERDE DI LARGO PRENESTE” (composta dai soli Membri Fondatori nei primi 5anni di vita del Comitato). A)Il Presidente è Membro Fondatore e rappresenta ad ogni effetto di legge il Comitato nei confronti dei terzi. Lo stesso presiede l’assemblea dei Membri Fondatori, che sostituisce l’assemblea generale per i primi 5anni di vita del Comitato(poiché ogni membro fondatore rappresenta ogni singolo membro del Comitato); appone il suo visto su tutti gli atti del Comitato A.V.D.L.P.. Il Presidente è eletto, per i primi 5anni di vita del Comitato, dall’Assemblea dei Membri Fondatori, in seguito dall’Assemblea generale. Il Presidente nomina tra i membri del Consiglio: il Vice Presidente ; il Segretario ed il Tesoriere. A) Il Vice Presidente è Membro Fondatore e supplisce il Presidente in tutte le sue funzioni, in caso di sua assenza e\o in vacanza. Sostituisce il Presidente in particolari sue funzioni, qualora delegato. B) Il Segretario è Membro Fondatore (nei primi 5anni di vita del Comitato) e assiste il Presidente ed il Vice Presidente nelle loro funzioni. Assiste altresì alle riunioni dell’Assemblea dei Membri Fondatori, nei primi 5anni di vita del Comitato, poi all’Assemblea Generale. Controlla la conformità delle deliberazioni dell’Assemblea allo Statuto ed al Programma approvato, apponendo il proprio visto obbligatorio. C) Il Tesoriere è Membro Fondatore (nei primi 5anni di vita del Comitato) e gestisce i fondi di cassa, redige il bilancio annuale d’approvarsi con le maggioranze previste dei Membri fondatori, nei primi 5anni di vita del Comitato, in seguito anche da Membri Ordinari. Appone il proprio visto di controllo sulle richieste d’esborso presentate dagli Organi Competenti. D) Assemblea Generale è composta di tutti i Membri Fondatori del Comitato “A.V.D.L.P.”, nei primi 3anni di vita del Comitato, in seguito di tutti gli Iscritti e Membri Ordinari. La prima Assemblea Generale sarà presieduta dal Referente Principale, facente Presidente Provvisorio, e servirà ad elezione del Presidente del Comitato; Varie ed eventuali. L’Assemblea Generale è presieduta dal Presidente del Comitato; in sua assenza dal Vice Presidente; in assenza e\o impedimento anche di quest’ultimo, dal Membro all’uopo delegato dal Presidente. L’Assemblea delibera sugli indirizzi e direttive del Comitato. L’Assemblea deve essere convocata almeno una volta l’anno per l’approvazione del bilancio, se ce ne sarà. L’Assemblea può essere convocata d’urgenza anche dal Presidente del Comitato, qualora ne ravviserà la necessità. Per ordinaria riunione, l’avviso di convocazione dovrà contenere l’ordine del giorno. In casi urgenti, la convocazione può avvenire anche il giorno prima di quello fissato per l’adunanza. La convocazione sarà effettuata, con comunicazione idonea, almeno una settimana prima della data fissata per l’adunanza. Le deliberazioni dell’Assemblea, riunita in unica convocazione, sono approvate a maggioranza dei aventi diritto al voto. Sono ammesse le deleghe scritte per singole assemblee, ma ognuno dei membri partecipanti all’assemblea. Dall’assemblea si redige processo verbale redatto a cura del Segretario e sottoscritto dallo stesso e dal Presidente. Le votazioni devono avvenire in tutti i casi per voto palese e, qualora ci fosse parità di voti, la deliberazione deve essere sottoposta a nuova votazione. Nel caso in cui anche la seconda votazione dia un risultato di parità, la deliberazione si deve ritenere respinta. L’Assemblea approva lo Statuto e le modifiche apportate allo stesso dal Consiglio Esecutivo; può deliberare , inoltre, lo scioglimento del Comitato. 4.4 Patrimonio. Il Patrimonio sarà formato dalle donazioni e contribuzioni volontarie che, in considerazione del fine del Comitato, dovessero allo stesso pervenire da Enti; Società e Privati. Il Comitato promuoverà, ove ne sarà il caso, una pubblica sottoscrizione per la raccolta di nuovi fondi per il finanziamento delle iniziative atte alla realizzazione degli scopi di cui all’art.2 e art.3 che precede. Il Comitato potrà organizzare e partecipare a manifestazioni d’ogni genere al fine di recuperare fondi utili al perseguimento dello scopo e motivazioni di cui all’art.2 e art.3. ART. 5 ALTRE NORME I Membri del Comitato s’impegnano a sottoscrivere il presente Statuto ed accettano sin d’ora tutte le clausole; disposizioni; regole e condizioni in esso previste, ivi compresa la clausola compromissoria. Per tutto ciò che non è espressamente contemplato dal presente Statuto, valgono le norme del Codice Civile. per informazioni, email: area-verde-di-largo-preneste@hotmail.it info-line: 3290898465 A cura dei Membri Fondatori e del Presidente del Comitato Spontaneo Di Quartiere “AREA VERDE DI LARGO PRENESTE” sig. Di Silvestre Giuseppe


 

Diario |
 
Diario
1visite.

28 marzo 2013

Roma, V municipio(exVI-VII). A rischio chiusura la clinica S.Luca. DI SILVESTRE e FARINELLI : "Solidarieta' ai dipendenti e agli utenti e massima disponibilita' per una celere risoluzione del problema."

 

Roma, V municipio(exVI-VII). A rischio chiusura la clinica S.Luca.

DI SILVESTRE e FARINELLI : "Solidarieta' ai dipendenti e agli utenti e massima disponibilita' per una celere risoluzione del problema."

                                                    

(Roma, 28 marzo 2013): Continuano, a causa dei tagli e delle insolvenze regionali alla sanita' i disagi per i lavoratori ...della Casa di Cura S.Luca, clinica privata convenzionata e accreditata con l'Ospedale S.Giovanni, situata nel V municipio. La struttura, che comprende un noto reparto di ortopedia, reparti di day-hospital e di degenza hospice per i malati terminali, svolge nel quartiere un'importante funzione sociale, oltre che sanitaria, per tutti gli utenti che quotidianamente usufruiscono delle prestazioni sanitarie fornite.
"Da circa un anno gli stipendi dei medici e degli anestesisti della clinica S.Luca non vengono pagati, cosi' come le liquidazioni dei dipendenti pensionati. Anche il personale infermieristico da dicembre non percepisce stipendio." - dichiara
Giuseppe Di Silvestre , responsabile per Casapound Italia nel quartiere Prenestino, nonche' candidato al V municipio - "La clinica, inoltre, e' impossibilitata ad assumere nuovi dipendenti per far fronte alla carenza di personale, causando continui spostamenti di reparto per i lavoratori, maldistribuzioni dei turni di lavoro, dei turni festivi e prefestivi, che spesso rimangono scoperti. Questa situazione e' inacettabile," - prosegue nella nota Di Silvestre - non solo perche' toglie dignita' ai dipendenti della clinica S.Luca, che da mesi hanno difficolta' a pagare affitti e mutui delle proprie abitazioni, ma perche' si rischia la chiusura della struttura stessa con conseguenze disastrose per gli utenti, costretti a recarsi in altre strutture sanitarie, e per i malati terminali, che verrebbero spostati altrove, lontani dai familiari."
"Esortiamo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a destinare alla clinica S.Luca i fondi necessari a saldare il debito per le prestazioni fornite," - afferma
Roberto Farinelli , candidato presidente al V municipio - "in modo che vengano pagati gli stipendi ai dipendenti e la struttura resti operativa sul territorio."

 

Giuseppe Di Silvestre

Infoline: 3290989465

Email: areaverdedilargopreneste@gmail.com




permalink | inviato da Area Verde Di Largo Preneste il 28/3/2013 alle 13:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 marzo 2013

Roma: CasaPound Italia, incendiata l'auto di candidato V Municipio

Roma: CasaPound Italia, incendiata l'auto di candidato V Municipio

Di Silvestre, ennesima intimidazione ma non abbiamo paura

 

Roma, 13 marzo - Incendiata nella notte a Roma l'auto di Giuseppe Di Silvestre, responsabile di CasaPound Italia nel quartiere Prenestino e candidato consigliere di Cpi nel V municipio alle prossime elezioni comunali.

''Si tratta dell'ennesimo atto vile compiuto contro di me e contro il grande lavoro che CasaPound Italia sta portando avanti nel quartiere – sottolinea Giuseppe  Di Silvestre, che già nei mesi scorsi era stato bersaglio di minacce di vario genere - L'ultimo 'avvertimento' e' arrivato martedì notte, quando mi hanno fatto trovare sul parabrezza la targa dell'automobile, ma le minacce sono iniziate già nel 2005, quando mi fecero rinvenire un proiettile sul citofono a casa. Recentemente, sono stato vittima di scritte offensive e minatorie sulle mura vicine alla mia abitazione e di quella dei miei famigliari, per non parlare dei continui sfregi e rottura dei finestrini sulla prima delle due automobili di famiglia, la seconda poi stanotte è stata data alle fiamme''.

''D'altra parte se questi signori pensano di intimorire me e CasaPound Italia sbagliano di grosso - prosegue Di Silvestre - Abbiamo dimostrato dopo mesi di lotte di aver ottenuto buoni risultati, come lo sgombero del 'Pratone' di via Maddaloni e, a breve, faremo il possibile perche' l'area verde venga anche bonificata. Questo evidentemente infastidisce chi pensa che il territorio del V municipio sia a suo uso e consumo e fa dell'odio la sua unica bandiera. Ribadiamo, anche oggi, che non ci fermiamo e che, anzi, siamo solo all'inizio. La nostra rivoluzione parte dal V municipio (ex-VI municipio) ".

 




permalink | inviato da Area Verde Di Largo Preneste il 15/3/2013 alle 0:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 gennaio 2013

Roma: DONAZIONE SANGUE a Largo Preneste (VI Municipio)?.

Roma: DONAZIONE SANGUE a Largo Preneste (VI Municipio)?.

Simone Di Stefano e Giuseppe Di Silvestre: rivendichi?amo oggi il diritto di tutti i residenti a godere di servizi ambientali efficienti?.

                                

Roma: largo Preneste – Si sono riuniti all’alba della mattina di sabato 12 novembre  i

militanti del “Circolo Futurista” Casal Bertone ed i membri del Comitato

Area Verde Di Largo Preneste” per ripulire il

“Giardino Fabio Perissinotto” (Largo Preneste), dove alle 08.00 si

è svolto il periodico appuntamento della Donazione Sangue a

mezzo di autoemoteca, organizzata appunto dalle 2 associazioni.

<<Ancora una volta siamo noi cittadini a dover provvedere alla pulizia

di quest’area verde, abbandonata dalle istituzioni

competenti.>> – afferma Giuseppe Di Silvestre, presidente del Comitato

A.V.D.L.P.”, nonché responsabile di CasaPound Italia

per il VI municipio – <<Ci siamo resi protagonisti di numerose

battaglie a favore della riqualificazione ambientale del quartiere

Prenestino, non solo nelle assemblee pubbliche e negli incontri presso

il Consiglio Municipale del VI municipio, ma anche mettendoci noi in

azione con gli strumenti necessari a rendere l’area agibile e

percorribile da tutti.”

<<Il lavoro svolto dai militanti di CasaPound Italia e dai membri del

Comitato “Area Verde Di Largo Preneste” dimostra la passione e l’impegno

che mettiamo nel sociale e a favore dell’interesse collettivo, perché

crediamo che ogni cittadino italiano abbia il diritto di sentirsi

sicuro nel proprio quartiere e di vivere gli spazi verdi che offre.>> –

dichiara Simone Di Stefano, candidato alla Presidenza della Regione

Lazio per CasaPound Italia, intervenuto in loco in occasione della

donazione sangue - <<Noi rivendichiamo oggi il diritto di tutti i

residenti a godere di servizi ambientali efficienti e operativi e

ribadiamo che è preciso dovere delle amministrazioni di competenza

territoriale provvedere a risolvere nell’immediato il problema del

degrado ambientale.>>


a cura del Comitato “Area Verde Di Largo Preneste” e “Circolo Futurista”

info-line: 3290989465

email: areaverdedilargopreneste@gmail.com

blog: www.areaverdedilargopreneste.ilcannocchiale.it

blog2: www.areaverdedilargopreneste.bloog.it

 

 

----------
ALLE PROSSIME ELEZIONI FALLI PIANGERE. SOSTENIAMO CASAPOUND ITALIA.
Sosteniamo il nostro candidato alla Regione Lazio, Simone Di Stefano.
----------
Ricordiamo la petizione in favore dei nostri MARO': Firma la petizione
"Fornire un passaporto diplomatico a Salvatore Girone e Massimiliano
Latorre
".




permalink | inviato da Area Verde Di Largo Preneste il 13/1/2013 alle 22:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 dicembre 2012

Roma: ‘Maro’ assassini’, al Prenestino scritte choc e minacce a candidato CasaPound

 

Roma: ‘Maro’ assassini’, al Prenestino scritte choc e minacce a candidato CasaPound


Roma, 20 dicembre – La falce e il martello e una scritta choc, ‘Marò assassini!’, dove c’erano i manifesti di CasaPound Italia per la liberazione dei soldati italiani. E poi, a poche centinaia di metri di distanza, insulti a Cpi e frasi oltraggiose sui muri dell'abitazione dei familiari di Fabio Perissinotto, il giovane finanziere scelto ucciso in servizio 10 anni fa, al quale il 5 novembre scorso è stato intitolato il giardino di Largo Preneste. E, ancora, scritte minacciose e adesivi ‘Roma Antifa’ sull'automobile e sui muri dell'abitazione del promotore della cerimonia commemorativa per la targa toponomastica a Perissinotto, Giuseppe Di Silvestre, presidente del Comitato “Area Verde Di Largo Preneste” e responsabile e candidato alle amministrative di Cpi nel Municipio Roma VI.

A denunciare il raid messo a segno nella notte al quartiere Prenestino è proprio Giuseppe Di Silvestre, che sottolinea: "E’ intollerabile trovarsi di fronte ancora una volta alle azioni macabre dal solito becero antifascismo militante locale. Già a distanza di pochi giorni dall'inaugurazione della targa a Fabio Perissinotto, dovemmo far rimuovere dal Decoro Urbano simili scritte. Siamo stufi di questi individui che fanno dell'odio e dell'ignoranza ottusa la loro bandiera - aggiunge Di Silvestre, da anni impegnato sulla politica sociale del quartiere Prenestino – e ci indigna che le istituzioni non facciano nulla per evitare il ripetersi di simili atti vili. Evidentemente il timore degli antifascisti e' che un movimento giovane e onesto, che da anni si impegna sul sociale in maniera del tutto disinteressata, come è appunto CasaPound, possa ottenere consenso popolare e di quartiere. Un timore fondato, a nostro avviso. Ma non saranno certo questi squallidi blitz a far cambiare idea ai cittadini".



Infoline: 3290989465

Email: areaverdedilargopreneste@gmail.com

Blog: www.areaverdedilargopreneste.ilcannocchiale.it

Blog: www.areaverdedilargopreneste.bloog.it




permalink | inviato da Area Verde Di Largo Preneste il 20/12/2012 alle 15:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 dicembre 2012

Roma: Di Silvestre Giuseppe (CasaPound VI Municipio), interviene sull’ emergenza del “Pratone”: vogliamo risposte immediate

 

Roma: Di Silvestre Giuseppe (CasaPound VI Municipio), interviene sull’ emergenza del “Pratone”: vogliamo risposte immediate


 

BASTA DEGRADO E SPECULAZIONI DEL “PRATONE” DI VIA MADDALONI , AL PRENESTINO.

Roma, 18 dicembre - Si e' riunita questa mattina la Commissione Sicurezza del Municipio Roma VI , nell’aula consigliare del Municipio 6°, per affrontare in via straordinaria l'emergenza del "Pratone" di via Maddaloni, via Teano e viale Telese nel quartiere Prenestino, occupato da insediamenti abusivi.

"Numerose sono state le iniziative promosse dal Comitato di quartiere in accordo con i cittadini, volte a recuperare le aree verdi del quartiere Prenestino, abbandonato da anni nel più totale degrado ambientale - afferma Giuseppe Di Silvestre, presidente del Comitato “Area Verde Di Largo Preneste”, nonche' responsabile di CasaPound Italia nel quartiere Prenestino - Degrado esposto dai cittadini ed confermato nel corso dell'incontro dalla delegazione della Polizia Municipale 6°gruppo, in seguito all’ultimo sopralluogo all’interno del terreno in collaborazione con l'Ufficio di Igiene e Sanita' Pubblica che, ha potuto constatare le gravi condizioni igieniche e ambientali del “Pratone”di via Maddaloni-Teano-Telese. Condanniamo il “teatrino” dello “scarica barile”, sulle responsabilità,che si è svolto tra i consiglieri municipali durante la convocazione, ma soprattutto condanniamo la latitanza del presidente del VI Municipio, Giammarco Palmieri a ( che non è stato presente alla riunione , come non lo sono stati i proprietari del terreno) , che ha ampiamente dimostrato il suo disinteresse a voler riqualificare l'area verde in questione- prosegue Di Silvestre Giuseppe – Non c’interessano le motivazioni più o meno occulte che non vengono cristallinamente spiegate ai cittadini per cui il “PRATONE” versa da anni in queste condizioni, ma sappiamo solo i residenti sono esasperati da questa situazione che persiste da ben oltre 10 anni, nella quale non riescono più vivere tranquillamente nel proprio territorio a causa dell’emergenza igienico sanitaria dovuto ai cumoli d’immondizie presenti nell’area verde e con il rinvenimento di ratti sia nelle abitazione che nelle attività commerciali, siti lungo il perimetro, nonché nell’asilo pubblico; chiediamo, quindi, “l'intervento in danno” perche' questo insediamento vengano sgomberato una volta per tutte e l'area venga bonificata e messa immediatamente in sicurezza. Riconoscendo che lo sgombero non è l’unica soluzione, anche perché ce ne sono già stati n.7 in questi anni promosse dal comitato,valuteremo qualsiasi proposta risolutiva, purche' sia seria e nell'interesse dei cittadini del quartiere Prenestino e non faccia l'interesse dei soliti speculatori di mestiere. In caso contrario - conclude Di Silvestre Giuseppe- troveranno la ferma condanna da parte nostra e di tutti quei cittadini stufi delle continue speculazioni e rinvii. Continueremo a vigilare e, qualora fosse necessario, torneremo a riprenderci quel che ci spetta’’.

A cura del comitato “Area Verde Di Largo Preneste” e “Casapound Italia”

Info-line: 3290989465

Email: areaverdedilargopreneste@gmail.com

Blog: www.areaverdedilargopreneste.ilcannocchiale.it www.areaverdedilargopreneste.bloog.it




permalink | inviato da Area Verde Di Largo Preneste il 19/12/2012 alle 2:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio